Come usare Google AMP su WordPress per la SEO

Hai mai sentito parlare di Google AMP? Si, se stai leggendo questa guida; è probabile che tu ne abbia sentito parlare. Prima di spiegarti come integrarlo in WordPress, voglio spiegarti nel dettaglio cos’è.

Cos’è Google AMP:

AMP sta per Accellerated Mobile Pages, ed è uno standard web, introdotto nel 2015 e supportato dai principali motori di ricerca, come Google e Bing. E’ uno standard nato per ottimizzare la navigazione delle pagine internet sui dispositivi mobili e renderle molto più veloci.

Le principali caratteristiche di AMP sono:

  • estrema velocità;
  • Essere un progetto Open Source;
  • E’ supportato dai principali motori di ricerca;
  • Influenza la SEO del tuo blog.

Gli svantaggi di Google Amp riguardano le sue limitate funzionalità, sacrificate in favore della velocità e delle performance.

Tra i principali vantaggi, invece, c’è la possibilità di monetizzare le pagine AMP con Google Adsense e tutte le piattaforme pubblicitarie che supportano questo standard.

Essendo uno standard open source, Amp è supportato anche dalla maggior parte del CMS.

Un buon punto di partenza, per capire qualcosa in più sulle Accellerated Mobile Page è la pagina ufficiale del progetto: https://www.ampproject.org/it/.

Google AMP, come integrarlo in WordPress:

Il modo più rapido per abilitare AMP su WordPress è quello di utilizzare il plugin gratuito “PageFrog” disponibile gratuitamente sulla repository di WordPress.

Facebook Instant Articles & Google AMP Pages by PageFrog

Ecco le caratteristiche principali del Plugin WordPress PageFrog:

Consente inoltre di integrare (nelle pagine AMP) Google Analytics, Google Adsense e di personalizzare (anche se solo leggermente) l’aspetto grafico delle pagine AMP di WordPress.

Per installare PageFrog, accedi alla Bacheca del tuo Blog in WordPress; spostati nella sezione “Plugin” (sidebar di sinistra) e poi su “Aggiungi Nuovo”.

Nella barra di ricerca, cerca PageFrog scritto così come lo vedi, e clicca su “Installa” e poi su “Attiva”.

Una volta attivato PageFrog dovrai scaricare il plugin “AMP” (sempre dalla repository di WordPress) creato da Automattic; ecco il link:

AMP

A questo punto, il tuo sito sarà compatibile con AMP, dovrai aspettare solamente che Google ed i vari motori di ricerca riconoscano la presenza delle pagine “AMP” sul tuo Blog.

Puoi Guardare l’anteprima dei tuoi articoli ottimizzati AMP nella barra di destra di WordPress, nella sezione in cui aggiungi gli articoli.

Come posso personalizzare le pagine AMP del mio blog WordPress?

Lasciando le cose come stanno, otterrai la classica versione AMP del tuo blog; tuttavia, PageFrog, anche nella sua versione gratuita, ti dà la possibilità di migliorare la versione AMP del tuo blog, consentendoti di:

Nella parte finale di questo articolo, ti mostrerò come modificare lo stile dei tuoi articoli, invece, nelle prossime guide wordpress ti mostrerò come mostrare Google Adsense AMP e come integrare Google Analytics AMP;

Modificare lo stile degli Articoli Google AMP:

Per prima cosa, dopo aver effettuato l’accesso alla Bacheca di WordPress (TuoUrl.com/wp-admin) cerca, nella barra laterale di sinistra il menu “Mobile Formats“.

Dopo averci cliccato su, clicca su “Styling”; in questa pagina potrai modificare vare opzioni, tra cui carattere, logo e colori degli articoli; puoi sbizzarrirti come vuoi.

Tutto fatto, e ora?

Se hai seguito questa guida, non dovrai far altro che attendere qualche giorno per sapere se i motori di ricerca stanno indicizzando la versione AMP del tuo blog. Dopo qualche giorno, da un dispositivo mobile, come un iPhone, o un qualsiasi altro smartphone:

  • Vai su Google.it;
  • Cerca “site:tuourl.com“;
  • Alla sinistra dell’url della tua pagina, dovresti vedere un pallino grigio con un Lampo bianco all’interno.

Se lo vedi, vuol dire che Google sta indicizzando le tue pagine AMP.

Reply