Come Creare un Blog: 6 passi per aprire un blog con WordPress

Attualment qual’è il miglior modo per condividere le tue idee o per mostrare le tue competenze al mondo? Semplice, creare un blog!

Sia che tu voglia condividere le tue idee, sia che tu voglia promuovere uno dei tuoi business su internet o sia che tu voglia semplicemente fare soldi online, il miglior modo per farlo è creare un blog ed aggiornarlo regolarmente.

Creare un blog non richiede competenze particolari e non serve essere un genio dell’informatica per farlo, anzi, al contrario, è talmente semplice che è possibile che lo faccia anche chi non è assolutamente esperto di computer.

Praticamente, non è necessario impare il codice HTML, CSS o PHP. In definitiva aprire un blog potrebbere essere semplice tanto quanto creare un documento con Word, Openoffice o iPage. L’importante è avere istruzioni facili e comprensibili da seguire.

Ti Guiderò passo passo e mostrandoti le immagini, così da consentirti di capire come creare un blog con wordpress.

Tantissimi utenti hanno già utilizzato le guide di CreareBlogs.net per creare blog e creare siti, proprio per questo sono sicuro che questa guida risponderà probabilmente a tutte le domande che potrai farti.

Ovviamente se qualcosa ti blocca, puoi sempre contattarmi ed io ti aiuterò a fare un sito web.

Ci tengo a precisare, però, che lo farò gratis, non faccio parte di alcuna società per la realizzazione di siti web; proprio per dimostrarti questo, in caso di difficoltà, ti invito a provare il servizio offerto da CreareBlogs.net che ti permetterà di creare il tuo blog gratis.

Grazie al servizio di creazione di blog gratis, pagherai solo l’hosting ed il dominio, ed, in cambio di un link a CreareBlogscre.net provvederemo, per te, ad creare il tuo blog GRATIS. Maggiori informazioni qui!

Prova il servizio di installazione WordPress Gratis. clicca qui

Ecco le domande più frequenti che gli utenti mi hanno fatto sull’argomento aprire un blog:

Quanto tempo ci vuole per fare un blog?

Seguendo le istruzioni di seguito, approssimativamente impiegherai 20 minuti.

creare blog

Comunque, scegliere il dominio ed il tema (o template) del blog (che serve a capire come il tuo lavoro apparirà agli altri) potrebbe portar via molto più tempo, soprattutto se non hai ancora capito come vuoi che il tuo sito appaia.

Infine, la cosa più importante è la qualità dei contenuti che i tuoi lettori leggeranno (spesso sentirai la frase Content is King).

Immagina che per mettere insieme i contenuti con cui ho creato la guida su come creare un blog su wordpress ci ho messo più di 72 ore, tra video, testo e immagini.

Nel complesso, creare il blog non richiede molto tempo, ciò che è molto più complesso è creare i contenuti; ma considera che sta a te decidere quanto seriamente vuoi prendere il tuo nuovo progetto.

Creare un blog è GRATIS?

La risposta è “SI'”. Se tu lo volessi potresti sempre creare un blog gratis.

Tuttavia ci sono un paio di cose che dovrai pagare per ottenere.

Per esempio:

  • Il DOMINIO (www.iltuoblog.com) nel caso di questa guida www.creareblogs.net. Ti costerà circa 10€ all’anno, ma più avanti ti spiegherò come puoi ottenere un dominio gratis;
  • SPAZIO WEB (hosting o server) il prezzo varia molto, dai 4€ al mese fino a 15€, sebbene l’hosting che io utilizzo e che raccomando costa meno di 3€ al mese; in breve meno di due cappuccini al mese!

In linea di principio se hai intenzione di aprire un blog seriamente, devi necessariamente spendere qualche soldo per utilizzare un dominio e uno spazio web; di questo ne parleremo nei passaggi 3 e 4 della guida.

Posso utilizzare un blog per fare soldi online?

Assolutamente SI!

Alcuni blogger di successo, fanno soldi a palate (anche 2.000.000,00 di euro all’anno come dichiarato da Salvatore Aranzulla a Pio & Amedeo in Emigratis 2); considera anche che c’è chi, grazie ai blog, genera rendite passive.

Come puoi immaginare, esiste un’infinità di modi per guadagnare con un blog.

Alcuni blogger offrono servizi, altri utilizzano la pubblicità (per esempio Google Adsense); c’è chi promuove Amazon o Groupon , altri che monetizzano i contenuti pubblicando i buoni sconto.

C’è anche chi vende prodotti fisici o digitali.

Puoi scoprire di più su come guadagnare online con un blog qui: 33 diversi modi per fare soldi con un blog.

Ovviamente puoi anche decidere di creare un blog semplicemente per divertimento o come hobby. E’ assolutamente comprensibile, e molte persone lo fanno già. Io ho aiutato diversi utenti del sito ad aprire un blog semplicemente perchè avevano intenzione di migliorare le loro capacità di scrittura senza alcuna intenzione di generare profitto su internet.

#1 Piattaforme per creare blog:

Esistono tantissime piattaforme tra cui scegliere quando decidi di aprire un blog (tumblr, blogger, wix ecc…)

Tuttavia, una piattaforma che si distingue dalle altre per semplicità e robustezza è proprio wordpress.

E’ gratis, ha una interfaccia utente davvero semplice ed user friendly, ad è perfetta anche per chi non ha mai creato un blog prima d’ora

Perchè la gente lo usa e perchè io consiglio di creare un blog su WordPress:

  1. E’ Completamente gratis ed aggiornato molto di frequente;
  2. il 91% dei blog presenti su internet utilizza proprio WordPress;
  3. Puoi scegliere tra più di 5000 temi per personalizzare il tuo blog e renderlo di ottima qualità;
  4. Hanno un ottimo forum di supporto (anche in italiano);
  5. E’ assolutamente idoneo a chi non ha mai creato un blog.

CreareBlogs.net utilizza WordPress.

In breve, WordPress è una piattaforma User Friendly per creare blog e gestire i contenuti dello stesso, da utilizzare al posto di miriade di linee di codice html css e php.

Praticamente rende il bloggare semplcissimo.

Perchè non dovresti utilizzare piattaforme gratuite per creare un blog?

E’ giusto che tu ti faccia questa domanda; in effetti è vero! puoi creare il tuo blog gratis, ma quasi certamente sarà molto limitato nelle funzionalità; risulterà noioso e l’indirizzo sembrerà qualcosa di infantile (per esempio ilmioblog.WordPress.com), che certamente abbatterà la tua credibiltà.

Le piattaforme gratuite per creare blog, sono affette da seri difetti di cui tu devi essere a conoscenza:

  • Nessun controllo – Il tuo blog sarà ospitato un un altro sito (per es. WordPress.com, Tumblr.com Blogspot.com); violando i loro termini di servizio o le loro policy; anche per sbaglio), il tuo blog sarà chiuso per sempre e perderai tutto ciò che avrai scritto fino ad allora. (questo è già successo).
  • Niente Personalizzazioni – Non potrai utilizzare tutti i plugin e i temi disponibili (nè gratis nè premium). Diamine! non potrai nemmeno modificare il tuo tema per rendere efficace il tuo blog.
  • Tante altre limitazioni – ad esempio lo spazio per le immagini, gli articoli ed i post ed i video, spesso è limitato, e forse questo non è abbastanza giusto.

In poche parole non aprire un blog gratis, specialmente se sei seriamente intenzionato a gestirlo seriamente. Non è mica tanto semplice migrare da un blog gratis ad una opzione migliore, ci metterai un sacco di tempo e non otterrai mai il ristultato sperato.

Al posto dell’opzione gratuta, crea il tuo blog installando il blog wordpress sul tuo hosting dove non solo non avrai limitazione (che potrai scegliere ed impostare tu), ma avrai la possibilità di utilizzare il tuo dominio personalizzato!

Se proprio non te la senti di spendere pochi euro per il tuo business, ti consiglio di leggere questa guida in cui ti spiego “Come creare un blog gratis su Google“.

Questo mi consente di parlare del secondo passo. Scegliere il nome di dominio del tuo blog.

Non è ancora il momento di installare wordpress, lo installerai nel passaggio 3

#2 Dai un nome al tuo Blog: Scegli il dominio (IlTuoBlog.com)

Prima di andare oltre, hai bisogno di dare un nome a dominio al tuo blog.

Il dominio è molto importante perché:

  • E’ la cosa che dà la “prima impressione” ai tuoi visitatori;
  • Influisce sul posizionamento sui motori di ricerca (SEO);
  • Definisce il tuo brand;

Tenendo presente questo, dovresti iniziare a pensare al dominio per il tuo blog; ma non troppo…

Se ti viene qualcosa in mente nei prossimi cinque minuti bene; altrimenti potrai tornare su questo punto più tardi.

Dai anche uno sguardo a questi consigli su come scegliere il dominio del tuo blog.

  • Scegli qualcosa che dia identità al tuo marchio. Un dominio che crei brand è unito e prevale sulla concorrenza; considera che un dominio generico è pieno di parole chiave, e poco memorizzabile. Ad esempio (www.avvocatorossi.com è più brandabile di www.studiolegale.com)
  • Sii Coinciso Secondo uno studio di Gaebler.com, un magazine per imprenditori i 100 siti più visitati hanno un dominio la cui lunghezza media è di 6 caratteri.
  • Facile da scrivere e pronunciare. Il dominio deve essere facile da scrivere sulla tastiera del tuo smartphone e facile da pronunciare. Evita scioglilingua (pensa a facebook.com, twitter.com o ask.fm)

#3 Compra l’hosting ed installa WordPress

Cos’è un hosting web e perchè ne ho bisogno

L’hosting web (o semplicemente hosting) è la “casa” del tuo blog; è ciò che rende il tuo blog accessibile a tutti. Ospita tutti i file, immagini e contenuti presenti sul tuo sito e ha il compito di mostrarli ai tuoi visitatori.

Se non hai un host, non sarai in grado di creare un blog per gli altri e non sarai in grado di usare il dominio di tua proprietà.

Non tutti gli host sono buoni

Sceglier l’host è uno degli aspetti più importanti dell’aprire un blog.

Gli host non professionali causano molti problemi relativi al blog: per esempio alcuni problemi molto comuni comprendono un cattivo servizio clienti, costi nascosti che ti troverai a pagare…

Molti host economici, hanno il problema comuni di mettere sotto sforzo le macchine per tagliare i costi ed il tuo sito spesso non funzionerà perchè un altro sito, presente sul tuo stesso server, sta ricevendo molte visite. Sono pochi tra gli host economici hanno un buon controllo delle risorse, così che il tuo sito funzionerà sempre bene.

Io Raccomando l’utilizzo di www.Bluehost.com come host del tuo blog. E’ lo spazio web che utilizzo attualmente.

Avviso: dal momento che utilizzo Bluehost e trovo che sia un host fantastico, tutti i link a Bluehost sono referral link. Questo significa che percepisco una commissione se tu acquisti i loro servizi ad i prezzi scontati che offro.

Questo è il metodo che utilizzo per mandare avanti CreareBlog.net

Utilizzo BlueHost.com perchè:

  • Consente l’installazione di wordpress in un click. Ciò consente di rendere l’apertura del tuo blog davvero semplicissima.
  • Sono raccomandati da WordPress.org dal 2005;
  • Offrono un piano di hosting agli utenti di CreareBlog.net a soli 2,95€ al mese e questo include il dominio gratis.

Ovviamente non sei obbligato ad utilizzare BlueHost se non vuoi; sentiti libero di utilizzare ogni altro Hosting che consente l’utilizzo di wordpress, purché sia sicuro, affidabile e facile da usare. Ecco i miei consigli.

Questa è la guida passo passo per creare un blog su BlueHost.com (ed ogni altro Hosting) in 10 minuti:

1- Registrati all’hosting (raccomando Bluehost.com):

Vai su www.BlueHost.com e clicca sul bottone “Get started now”. Usa questo link per ottenere anche il dominio gratis.

Lo sconto è applicato a tutti i visitatori di creareblog.net, perciò assicurati di sfruttare tutti i vantaggi di questo.

2- Scegli il piano (puoi scegliere quello più economico)

E’ tempo di scegliere il pacchetto hosting; potrai scegliere tra 3 opzioni: Basic (che è quello che raccomando) Plus e Prime.

Il pacchetto “Basic” è perfetto per i principianti; gli altri due pacchetti, comprendono opzioni che al momento sono inutili, a meno che (e te lo auguro) non riceverai milioni di visitatori dal primo giorno. Il mio consiglio è quello di scegliere il piano “Basic” che è il più economico, così da risparmiare un bel pò di quattrini.

3- Scegli il dominio che preferisco (te lo daranno gratis)

Siamo al punto in cui devi scegliere il tuo dominio.

Non deve essere necessariamente un .com; se l’estensione .com non dovesse essere disponibile, potresti anche scegliere un dominio che finisca con .net o .org, e soprattutto .it. Ti consiglio però di non scegliere estensioni diverse da quelle che ho citato.

Se invece sei già in possesso di un dominio, sceglie l’opzione “i have a domain name” (a destra della pagina) e clicca su “next”.

4- Completa la tua registrazione

La pagina è composta da tre parti: la prima riguarda le informazioni del tuo account.

Semplicemente inserisci le informazioni di contatto come faresti per siti come Facebook o Twitter.

La parte successiva riguarda le opzioni del servizio.

La prima cosa che devi fare è scegliere il pacchetto. Ti consiglio nuovamente di scegliere quello “Basic“; successivamente devi scegliere la durata: 12, 24 o 36 mesi, più è lungo il periodo più è alto lo sconto. Ti consiglio di scegliere “12 mesi“.

Hai la possibilità di aggiungere una serie di opzioni, ti consiglio di deselezionarle tutte, e non perdere la testa.

Le uniche due che dovresti considerare sono:

  • Domain Privacy – è l’opzione che ti consente di nascondere i tuoi dati. Quando registri un dominio, tutte le tue informazioni sono inserite in un database pubblico. Se tu non vuoi che ciò accada seleziona l’opzione per la privacy, di modo che Bluehost apparirà come il proprietario del dominio (ma sarai tu ad avere il totale controllo su di esso). Questa opzione ti protegge dagli Spammers. Se a te non interessa rendere pubbliche queste informazioni, deseleziona questa opzione e risparmierai 0,99€ al mese.
  • Site Backupo Pro – Benché WordPress sia abbastanza sicura, sarebbe una buona scelta includere il Site Backup Pro, soprattutto se sei spaventato di perdere qualche dato.

L’ultima parte riguarda il pagamento; puoi pagare con Paypal, ma anche con la carta di credito selezionado il link “More Payment Options”.

5- Installa WordPresso con l’opzione “One-Click Installer” – Crea un blog

Sei riuscito a registrare il tuo server con BlueHost? Ottimo!

Ora hai bisogno di installare WordPress. Fortunatamente BlueHost.com, include l’opzione “One-Click Installer” che ti permetterà di aprire un blog in meno di 2 muniti.

Ecco la guida passo passo per creare un blog WordPress su BlueHost.com:
1) Entra nel pannello di controllo bluehost su my.bluehost.com
2) Una volta dentro sarai reindirizzato al pannello di controllo. Da qui, scegli “Install WordPress”.

3) Questo pulsante, ti rimanderà alla pagina successiva, dove potrai scegliere l’indirizzo di destinazione dell’installazione. Ti consiglio di scegliere la pagina principale (www.iltuoblog.com piuttosto che www.iltuoblog.com/blog/); per fare ciò ti basta lasciare il campo di destra vuoto.

Se hai bisogno di altre informazioni su come installare WordPress su bluehost, ho scritto tutto in questa guida (passo passo): come creare un blog con worpdress su bluehost.com.

6- Entra nel tuo nuovo blog:

A questo punto, dovresti aver installato worpdress e dofresti avere username e password per accedere all’area riservata scritti da qualche parte.

Inizia a scrivere (nel campo url del tuo blog) il nome del tuo sito (www.iltuonuovoblog.com) per vedere come appare un blog creato con wordpress. Questo è ciò che molto probabilmente vedrai. Magari in italiano.

Ora devi collegarti al pannello di amministrazione; per farlo inserisci nel tuo browser l’indirizzo http://www.iltuoblog.com/wp-admin/. Devi inserire username e password che hai scelto durante l’installazione del blog.

Dopo il login, vedrai la pagina di benvenuto del pannello di controllo. E’ abbastanza intuitiva, ma prenditi qualche minuto per navigarci all’interno. Ricorda che tutte le opzioni principali sono posizionate nella barra di destra.

#4 Personalizzare il blog e scegliere un Template

Una volta entrato nel pannello di controllo del tuo nuovo blog di WordPress, potrai iniziare a personalizzare il suo aspetto. Ora ti spiegherò tutto quello che hai bisogno di sapere per pubblicare il tuo primo post!

Dovresti iniziare a prendere confidenza con il look degli oggetti della DashBoard (o Pannello di Amministrazione) di WordPress. Ecco un breve elenco degli elementi del menu:

  • Bacheca – La pagina che vedrai appena fai il login come amministratore; contiene un riepilogo del tuo blog;
  • Articoli – E’ il menu da cui puoi gestire i Post; da qui puoi pubblicarne di nuovi, modificare quelli già pubblicati e gestire quelli presenti nel tuo blog. Impostato il blog ti mostrerò come utilizzare questo menu.
  • Media – E’ la libreria dei contenuti multimediali del tuo blog; tutte le immagini, i video ed i file pdf che caricherai, finiranno in questa sezione.
  • Pagine – Come per gli articoli, da questa sezione potrai gestire, visualizzare, modificare e pubblicare pagine; daremo uno sguardo a questa sezione, dopo aver impostato il design del blog;
  • Commenti – In questo menu troverai tutto ciò che è correlato ai commenti; conoscerai meglio questa parte, nonappena pubblicherai il tuo primo articolo e qualcuno lascerà il primo commento;
  • Aspetto – Tramite questo menu, potrai modificare l’aspetto del tuo blog (tema o template), qui sotto analizzeremo tutto nel dettaglio;
  • Plugin – in questa sezione potrai gestire i plugin, che ti permettono di estendere la funzionalità di WordPress. Ne parleremo dopo aver impostato il template;
  • Utenti – Se hai in mente di far creare contenuti ad altre persone, puoi aggiungere utenti al tuo blog in questo menu;
  • Strumenti – Tramite questo menu hai la possibilità di raggiuntere ed utilizzare altri strumenti utili alla pubblicazione degli articoli; al momento puoi ignorare questa sezione;
  • Impostazioni – Questo menu, dovrebbe essere il punto di partenza… da questa sezione puoi modificare le impostazioni di default del tuo nuovo blog; tra poco vedremo le impostazioni essenziali.

Per imparare qualcosa in può su ciascuno di questi menu, ti invito a leggere questa guida.

Scegliere ul Tema WordPress Gratis per il tuo blog:

Penso che la scelta del design del blog sia la parte più divertente, ma anche quella più frustrante appena capisci come creare un blog.

Le buone notizie:

  • Puoi farlo da solo;
  • Hai la possibilità di scegliere tantissimi temi wordpress gratis che renderanno il look del tuo blog fantastico;
  • Puoi cambiare il template in ogni momento (non cambiarlo troppo spesso per non confondere i tuoi lettori)

Le cattive notizie:

  • Potresti spendere tantissimo tempo per scegliere il tema perfetto;
  • Il template di WordPress è responsabile di come il tuo blog apparirà, considerala una delle decisioni più importanti se scegli di aprire un blog.

P.S. Questi sono i miei 30 temi preferiti wordpress.

In altre parole è come la carrozzeria della tua auto. Influirà sull’aspetto del veicolo, ma non avrà un grosso impatto sulle sue caratteristiche e sulle performance.

Per tua fortuna WordPress comprende (sulla repository) migliaia di temi di ottima qualità e già ottimizzati per calzare a pennello per ogni brand, nicchia o settore.

Questo è come dovrebbe essere un tema di WordPress:

  • Semplice – Design incasinati rendono difficile ai lettori navigare nel tuo blog;
  • Responsivo – Il tema deve essere in grado di adattarsi allo schermo di ogni dispositivo: computer, tablet o smartphone. Questa è l’unica caratteristica veramente necessaria;
  • Veloce – Benché la maggior parte dei temi non influisca sulle prestazioni del tuo blog, è necessario che tu testi il tuo tema. Per verificare le prestazioni del tuo blog, puoi utilizzare il Test di Velocità di Pingdom; inserendo l’url della demo del tema, e appuntandoti quanto tempo ci mette per caricare. Se il caricamento è più lento di tre secondi, dovresti cercare un template diverso (il tempo medio di caricamento ideale è di 2 secondi).
  • Facile da personalizzare – Dovrebbe essere facile da personalizzare – altrimenti impazzirai ogni volta che vorrai/dovrai modificare qualcosa. Per fortuna la maggior parte dei temi wordpress offre tantissime opzioni per le personalizzazioni;
  • SEO – Il tema deve favorire l’indicizzazione sui motori di ricerca; scegliendo temi che includono la dicitura “SEO Optimized” o “SEO Ready“, sarai a cavallo!
  • Sicuri – I temi, in genere, non creano problemi di sicurezza; ad ogni buon conto è sempre una buona idea controllare le recensioni degli utenti ed i loro commenti e, nella ricerca, fai attenzione a capire se parlano di problemi di sicurezza.

Tiene in mente almeno questi fattori quando scegli un tema. Ma, ancor più importante, scegli un tema che vorrai che i tuoi lettori vedano visitando il tuo blog.

#5 Aggiungere gli articolo e le pagine importanti:

Ci siamo…. è tutto pronto. Ora viene il bello; è tempo di creare il tuo primo articolo! Vediamo insieme ogni passaggio così da rendere il processo semplice!

Torna al pannello di amministrazione di WordPress (http://iltuoblog.com/wp-admin/) Clicca su “Articoli >> Aggiungi Nuovo” (oppure “Pagine >> Aggiungi Nuova” dalla barra di sinistra.

Quello che vedrai è un editor di testo molto semplice, che ricorda quello di Microsoft Word o di Page se usi Mac:

Vediamo come è composta la Pagina:

  1. Titolo: in quest’area dovrai scrivere il titolo dell’articolo.
  2. Contenuto: qui dovresti scrivere il corpo dell’articolo. Questo spazio è il vero e proprio editor di testo e funziona come Word; puoi inserire immagini, video (cliccando su “Aggiungi Media”; usare i tag <h1>, <h2> etc (ne parleremo);
  3. Controlli dell’editor di testo: puoi gestire l’aspetto, quindi grassetto, corsivo, liste, paragrafi e testate;
  4. Pubblicazione: In questa zona potrai trovare i controlli per mostrare il tuo lavoro al mondo! Il pulsante principale è il tasto “Pubblica” in blu. Poi, sempre in quest’area, scegliere di pianificare la pubblicazione dell’articolo, piuttosto che salvarlo come bozza.
  5. Altri controlli Addizionali: Seleziona le categorie (maggiori informazioni in questa guida) scegliere i tag, inserire l’immagine in evidenza.

Ecco alcune cose da tenere in mente:

Aggiungere link ai tuoi post:

Dovresti usare i link in uscita verso altri siti, questo per aggiungere valore ai tuoi contenuti. Ad esempio se stai scrivendo un articolo sulla meditazione, dovresti linkare uno studio che mostra come la medizione aiuta la gente a calmarsi. Per aggiungere un link ai tuoi articoli, seleziona il testo desiderato col mouse e naviga verso il menu dell’editor di testo.

Clicca sulla graffetta a destra di “allinea il testo a destra”; da lì, inserisci l’url che vuoi linkare.

Inserire immagini agli articoli:

Sono passato sull’argomento qualche paragrafo fa, ma ora cerco di spiegarti un pò più nel dettaglio come fare.

Inizia salendo un pò su fino ad arrivare all’editor di testo e cerca il bottone “Aggiungi Media“.

Da qui scegli il file multimediale che vuoi caricare; potrai anche navigare nella liberia dei Media per scegliere un file già presente sul tuo blog.

All’angolo in alto a sinistra, clicca su “Carica File“.

Seleziona l’immagine e clicca su “Carica File”.

Una volta caricata, potrai scegliere il posizionamento e la dimensione dell’immagine.

Se hai intenzione di aggiungere una immagine in evidenza (e ti consiglio di farlo), fai lo scroll della pagina verso il basso, e clicca sul collegamento “Aggiungi immagine in Evidenza”. Il procedimento è esattamente lo stesso che ti ho mostrato poco fa.

La differenza è che non potrai scegliere null’altro che l’immagine da impostare.

Aggiungere video da YouYube:

Beh certamente inserire un video, darà un tocco di classe ai tuoi articoli, e, per fortuna, a seguito dei continui aggiornamenti di WordPress è diventato un gioco da ragazzi.

Tutto ciò che devi fare è incollare il link del video di YouTube nei tuoi articoli (o meglio nell’area dove scrivi il corpo del tuo articolo”; assicurati, però, che il link non sia cliccabile. Pubblicato il post, il video apparirà. Ti linko una utile guida che ho scritto per te a proposito dei video.

Creare lo “slug” della pagina:

Un termine così insignificante, racchiude una importanza strategica a livello di SEO, lo slug è, in buona sostanza, l’indirizzo del tuo articolo, quello che i tuoi utenti condivideranno sui social network.

Certamente è meglio uno slug come:

www.creareblogs.net/creare-blog-gratis

piuttosto che

www.creareblogs.net/come-creare-un-blog-gratis

questo sia dal punto di vista degli utenti, sia dal punto di vista dei motori di ricerca (SEO).

A volte il titolo del tuo articolo verrà convertito in automatico nello slug perfetto, ma molto frequentemente questo non succede, per via della lunghezza del titolo stesso.

Ti consiglio di leggere la guida completa agli slug di WordPress che trovi in questa pagina.

Aggiungi le intestazioni:

Proprio come su word, puoi scegliere di utilizzare le intestazioni per creare paragrafi. Come puoi immaginare servono per dare la struttura dei tuoi articoli (oltre che a migliorare la SEO); dovresti utilizzare una intestazione per ogni punto principale dei tuoi articoli.

Aggiungere le intestazioni è davvero semplice, naviga verso l’inizio della pagina, clicca sul menu a tendina con su scritto “Paragrafo” ed inizia ad utilizzare le intestazioni.

Pubblica l’articolo (o la pagina)

Quando hai completato l’articolo, o il contenuto della tua pagina, non devi far altro che cliccare sul pulsante “Pubblica” situato in alto a destra della tua pagina.

Dopo, clicca su “Guarda Articolo” che ti mostrerà come il tuo post (o la tua pagina) appaiono una volta pubblicati.

Congratulazioni!

Hai appena pubblicato il tuo primo articolo. Prima di condividerlo con gli altri (che peraltro è il prossimo passo), aggiungi Google Analytics al tuo blog per misurare l’impatto dell’articolo.

Qui ti spiego come fare.

#6 Attira Traffico e Guadagna dal tuo blog

Per iniziare a guadagnare, non basta creare un blog; devi aprire un blog e attirare traffico. Per iniziare a farlo, dovresti avere in mente l”argomento (o gli argomenti) da trattare e appuntarti almeno 10-15 idee per i tuoi prossimi articoli.

Devi iniziare a pensare di creare contenuti sempreverdi (che non diventino mai vecchi e che rimangano rilevanti per un lungo periodo (come questo articolo)). In questo modo, il contenuto continuerà a generare traffico mentre gli altri contenuti, inevitabilmente diventeraano meno rilevanti nel tempo.

Ecco un paio di consigli utili per creare contenuti cool, che i tuoi lettori ameranno:

  • Cerca le keyword per elaborare idee sui contenuti;
  • Rendi i tuoi contenuti a prova di imbecille (comprensivi, interessanti ed utili)
  • Abitua i tuoi lettori ai tuoi tempi ed al tuo stile;
  • Crea una struttura forte, utilizza le intestazioni, usa paragrafi corti e utilizza immagini di alta qualità;
  • Scrivi contenuti che aiutino i tuoi visitatori a risolvere un problema

Promuovere il blog

Per guadagnare online con un blog, devi ottenere il maggior numero possibile di lettori, puoi farlo promuovendo il blog.

Questo ti consentirà di trasformare il tuo blog in un business redditizio e puoi farlo sono con una marea di traffico; vedila così + traffico = + Clienti = + soldi.

Per rendere le cose facili, ho scritto un articolo super approfondito, su come aumentare il traffico sul blog in maniera gratuita. E’ davvero lungo, ma ti consiglio di leggerlo, perchè scendo piuttosto nel dettaglio.

Per non rimbambirti ulteriormente, mi limito a darti qualche suggerimento:

  • Studia la SEO, come rendere utilizzabile un sito e le linee guida di Google;
  • Guarda questo video di youbute (in inglese)
  • Non spammare sui social media. Al posto di fare questo, cerca un giusto equilibrio tra condividere i contenuti del blog, video e immagini dagli altri influencer del settore, condividendo anche altre cose utili, che aggiungono valore.

Per oggi è davvero tutto; ti lascio con alcune guide che ho scritto personalmente per te.

No Responses

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: